di Luciano Provenza

La fuga in avanti del Benevento sembra inarrestabile. Le streghe vincono fuori casa per 2 a 1 sul difficile campo del Cittadella. 50 punti in 21 partite costituisco un vero bottino di guerra. In rete  il bomber Moncini e il “vecchio” per modo di dire, Cristian Maggio. L’organico giallorosso è competitivo e di prima qualità. Vincono per la secona volta consecutiva i granata di mister Ventura. La Salernitana raggiunge il quarto posto in classifica ad appena 3 punti dalla seconda. All’Arechi cade il Cosenza di mister Braglia sotto i colpi di Lombardi e Akpa Akpro. La piazza di Salerno attende con ansia la chiusura del mercato, auspicando nell’arrivo di qualche rinforzo prestigioso. Il presidente Lotito , contestato dalla tifoseria, non sembra però molto entusiasta a differenza dell’ex C.T. della nazionale , che al contrario appare motivato e determinato.  La seconda e la terza classifacata perdono in casa. Il Pordenone regala i tre punti ad un Pescara rigenerato, guidato da un Galano in forma eccellente. Il Crotone soccombe in casa per 2 a 1 contro un ottimo Spezia. Il campionato è lungo e probabilmente ci saranno scalate in alto da parte di squadre partite in sordina, ma con organici di assoluta qualità. Ritorna in zona Play off il Perugia di mister Cosmi, vincendo in casa per 1 a 0 sul Livorno, sempre più isolato all’ultimo posto. Terza sconfitta consecutiva per l’Ascoli in piena crisi. I Bianconeri perdono per uno a zero in casa contro un sempre più pragmatico Frosinone, che certamente sarà tra le protagoniste dello sprint finale. Continua a macinare punti la Iuve Stabia, pareggiando a Pisa per 1 a 1, con un gol al novantacinquesimo di De Gennaro.  Restano tra le prime otto, l’Entella e il Chievo, pareggiando per 1 a 1 rispettivamente con Cremonese ed Empoli. Altro ossigeno pr il Trapani che pareggia sull’ostico campo del Venezia. Nella prossima giornata si segnala la trasferta della Salernitana a Benevento. I granata hanno un’occasione unica per dimostrare il loro valore e soprattutto la concreta volontà di voler accedere alla massima serie. Qualora i granata dovessero fermare anche l’Armata giallorossa, diverrebbe ancora più concreto il problema della multiproprietà, in quanto l’accesso ai play off o addirittura la seconda piazza, non sarebbero più solo ipotesi di studio, ma reali obiettivi. A quel punto è bene che Lotito e C. chiariscano le loro posizioni perchè si rischia di falsare il campionato cadetto. Il Benevento resta la squadra con il miglior attacco con 37 reti all’attivo. Oltre al miglor attacco i Sanniti hanno anche la miglore difesa con appena 11 reti subite. Il capocannoniere è sempre Iemmello con 15 gol. La peggiore difesa è quella del Trapani, perforata per ben 38 volte.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui