La Serie B riparte dopo la sosta per le nazionali con tanti gol messi a segno. La capolista Empoli frena a Cittadella, raggiunto sul 2-2 nel recupero dai granata. I toscani sono così raggiunti in vetta da un’altra squadra granata: la Salernitana. I ragazzi di Castori hanno battuto 2-1 in rimonta la Cremonese, che resta fanalino di cosa, nel posticipo dell’Arechi. Sulla carta potrebbe raggiungere la vetta anche il Chievo che, però, è rimasto fermo ai box a causa del rinvio del match contro il Vicenza per numerose positività al Covid-19 nella formazione biancorossa. Frenano altre due inseguitrici: il Venezia è bloccato sul 2-2 nello scontro diretto di Brescia, mentre il Frosinone è uscito sconfitto a sorpresa (0-2) dal match casalingo contro il Cosenza che ha aperto il weekend. Ne approfittano il Lecce e SPAL che si prendono la terza piazza della graduatoria. I salentini hanno surclassato la Reggiana al Via del Mare vincendo con un pesantissimo 7-1. La SPAL ha conquistato il quarto successo di fila battendo 2-0 il Pescara allo stadio Mazza. Il Pisa trova la prima vittoria stagionale rimontando nei minuti finali la Reggina al Granillo. Pordenone e Monza si dividono la posta in palio pareggiando 1-1. Stesso risultato anche nello scontro diretto tra le pericolanti Ascoli e Virtus Entella.

FROSINONE-COSENZA 0-2
Il Cosenza conquista la prima vittoria stagionale espugnando lo Stirpe di Frosinone. Il risultato si sblocca in avvio di ripresa, quando Carretta da due passi ribadisce in rete una corta respinta di Bardi. Il Frosinone prova timidamente a reagire, ma al 70’ subisce il raddoppio silano: un rinvio corto di Szyminski favorisce il recupero di Corsi che serve in area Baez; l’uruguaiano mette il pallone in mezzo per Carretta che tutto solo insacca il 2-0.

BRESCIA-VENEZIA 2-2
Il Brescia evita la sconfitta casalinga nel recupero. Al Rigamonti va in scena una partita vivace, sbloccata al 13’ da Bisoli. Il centrocampista bresciano trafigge Lezzerini colpendo al volo un bel lancio di Dessena. Il Venezia risponde alla mezzora pareggiando con un colpo di testa di Forte. L’ex Juve Stabia firma la doppietta al 55’ completando la rimonta lagunare. Il Brescia si lancia in attacco, trovando il pari in pieno recupero con Papetti, lesto a ribadire in rete sugli sviluppi di un corner.

CITTADELLA-EMPOLI 2-2
Pareggio in extremis anche per il Cittadella. Al Tombolato i padroni di casa sbloccano il risultato al 30’ con una punizione beffarda di Benedetti che trae in inganno Brignoli. La reazione dell’Empoli arriva al 69’ grazie ad un calcio di rigore trasformato da Mancuso. Tre minuti e i toscani compiono il sorpasso con un destro da fuori area di Olivieri. Il Cittadella preme sull’acceleratore e nel recupero trova il 2-2 con Gargiulo. A tempo scaduto e con l’Empoli in dieci per l’espulsione di Romagnoli, il “Citta” si vede negare i tre punti dalla traversa colpita da Benedetti.

LECCE-REGGIANA 7-1
Al Via del Mare il Lecce distrugge la Reggiana e sale nelle zone nobili della classifica. Fin dai primi minuti i salentini sono inarrestabili e al 20’ sono già sul doppio vantaggio grazie ad una doppietta di Coda. Il tris lo mette a segno Tachtsidis al 37’, archiviando di fatto i tre punti. In avvio di ripresa Coda si porta il pallone a casa firmando la tripletta personale. La Reggiana prova a limitare i danni trovando la rete al 58’ con Rozzio, ma il Lecce è un rullo compressore: Falco, Majer e Calderoni portano il risultato sull’incredibile 7-1. Un segnale forte per le altre pretendenti alla promozione diretta.

PORDENONE-MONZA 1-1
Pronti, via e il Pordenone è in vantaggio: Diaw supera un avversario e mette in area per Musiolik che si gira ed insacca. Il Monza accusa il colpo e rischia di capitolare ancora, ma le parate di Lamanna e un pizzico di fortuna tengono in partita i brianzoli. Gli ospiti sfiorano il pari con Gytkjaer che centra la parte alta della traversa e con Boateng che manca il tap-in. Il pareggio arriva in avvio di ripresa quando Maric devia in rete da pochi passi una rovesciata di Gytkjaer.

SPAL-PESCARA 2-0
Il Pescara non dà continuità al successo ottenuto nell’ultima giornata ed esce sconfitto dallo stadio Mazza. Continuità che, invece, trova la SPAL che conquista il quarto successo consecutivo. Formazione spallina in controllo della gara fin dai primi minuti ed occasionissima al 6’ con Salvatore Esposito che centra la traversa su punizione. Alla mezzora la SPAL sblocca il punteggio con un colpo di testa di Salamon su corner di Salvatore Esposito. In chiusura di frazione, il Pescara sfiora il pari con Asencio che da due passi colpisce la traversa. La SPAL controlla la partita e nel recupero raddoppia con Sebastiano Esposito.

LR VICENZA-CHIEVO rinviata
Partita rinviata su richiesta del Vicenza, decimato da diverse positività al Covid-19.

ASCOLI-VIRTUS ENTELLA 1-1
Lo scontro diretto tra due pericolanti come Ascoli e Virtus Entella finisce in parità. La partita si accende soltanto nel secondo tempo, soprattutto grazie alle espulsioni di Buchel e Corbo che lasciano l’Ascoli in nove. Il rosso a Corbo causa il calcio di rigore in favore dell’Entella, realizzato da Mancosu. Gli ospiti non affondano il colpo e l’Ascoli ne approfitta. I bianconeri dimostrano grande carattere e determinazione, trovando un insperato pareggio all’84’ grazie ad una punizione di Sabiri.

REGGINA-PISA 1-2
La rimonta finale del Pisa infligge il terzo ko consecutivo alla Reggina. Al Granillo i padroni di casa pagano l’espulsione in avvio di ripresa di Crisetig. Nel primo tempo il Pisa recrimina per un gol annullato a Palombi e per un presunto tocco di mano in area non ravvisato dall’arbitro. La Reggina colpisce alla prima vera occasione con un diagonale di Situm al 21’. Come detto, in avvio di secondo tempo Crisetig viene espulso e il Pisa prende coraggio. Nonostante ciò, la Reggina ha l’occasione per raddoppiare sui piedi di Di Chiara, ma la sua conclusione e respinta da Perilli. La beffa è dietro l’angolo: all’85’ il Pisa pareggia con una sforbiciata di Masucci, poi nel recupero Sibilli completa il sorpasso beffando Plizzari sul suo palo. Il Pisa trova così la prima vittoria in campionato della stagione.

SALERNITANA-CREMONESE 2-1
La Salernitana vince in rimonta e agguanta l’Empoli in testa alla classifica. All’Arechi gli ospiti vanno subito in vantaggio dopo pochi secondi con Valzania. I granata accorciano alla mezzora con un colpo di testa in tuffo di Djuric. Il gol da tre punti lo mette a segno Kupisz nella ripresa, sempre di testa. Qui il commento della partita.

PROSSIMO TURNO:
Chievo-Lecce
Brescia-Frosinone
Empoli-LR Vicenza
Pescara-Pordenone
Pisa-Cittadella
Venezia-Ascoli
Monza-Reggina
Reggiana-Cremonese
Cosenza-Salernitana
Virtus Entella-SPAL

CLASSIFICA:
Salernitana, Empoli 17; Lecce, SPAL 15; Venezia, Chievo 14; Frosinone 13; Cittadella 11; Monza 10; Brescia, Pordenone 9; Cosenza 8; Reggina, Pisa, Reggiana 7; LR Vicenza 6; Ascoli, Virtus Entella 5; Pescara 4; Cremonese 3.

MARCATORI:
7 gol: Coda (Lecce);
6 gol: Forte (Venezia);
4 gol: Diaw (Pordenone), Mazzocchi (Reggiana).

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui