Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, nel corso della sua visita ad Angri ha parlato della lettera inviatagli dai tifosi della Salernitana del club Generazione Vestuti. “Leggerò la lettera dei tifosi della Salernitana per capire meglio i loro problemi. Mi informerò”, così Spadafora promette e rassicura i supporters granata che lo hanno chiamato, insieme ai presidenti di FIGC e CONI, Gravina e Malagò, ad intervenire sul delicato tema della multiproprietà nel calcio. Inoltre, Spadafora afferma che “gli imprenditori nello sport si possono muovere come meglio credono, nostro compito come istituzione è garantire la regolarità delle politiche imprenditoriali da un punto di visto agonistico e legale”. Spadafora tocca anche il tema della riapertura del campionato e sulla possibilità del ritorno del pubblico negli stadi: “Il campionato riparte perchè l’abbiamo fermato in tempo, siamo stati capaci di salvaguardare prima la salute degli italiani. Gli stadi non possono essere ancora riaperti, siamo in attesa di un’eventuale modifica della curva pandemica tra qualche settimana come conseguenza delle riaperture delle scuole”.

Dopo aver incontrato le squadre di basket della Givova Scafati e dell’Angri Pallacanestro, Spadafora ha parlato dell’importanza che lo sport ha nelle zone di provincia e di come recuperare le tantissime società sportive in crisi economica dopo il lockdown: “Le scelte migliori passano da un potenziamento dello sport di base, nelle palestre delle scuole e nel territorio. Lo sport non è solo calcio e il calcio non è solo Serie A, il lavoro delle associazioni sportive dilettantistiche è fondamentale per far crescere il mondo sportivo italiano. Qui chi gestisce economicamente delle società finisce in negativo, ed economicamente è sbagliato, gli va data un’ottica di crescita. I valori dello sport sono molto più rappresentativi nelle realtà locali piuttosto che nei grandi campioni dei media”.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui