Di Giovanni Di Domenico

Mentre la Salernitana aspetta la decisione sul caso Cerci, sul quale il Collegio Arbitrale dovrebbe pronunciarsi oggi, c’è un’altra grana da risolvere, quella legata ad Alessandro Rosina. Il fantasista classe ’84 ha appeso gli scarpini al chiodo lo scorso 30 giugno, decidendo di non usufruire del prolugamento bimestrale del contratto. L’ex Zenit è stato l’unico tesserato granata a rifiutare il taglio dello stipendio di 40 giorni. Differentemente dal caso Cerci, questa volta è stata la Salernitana a fare causa al giocatore. In ballo ci sono 40 mila euro. Un altro caso spinoso da risolvere per la società granata. La sentenza del Collegio Arbitrale è attesa entro martedì 15 dicembre.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui