Mentre a livello nazionale prosegue senza sosta la mobilitazione del mondo ultras contro la possibile ripresa dei campionati di calcio, a Salerno la curva si spacca. Fino a pochi giorni fa, infatti, sembrava che anche le sigle che compongono l’universo granata fossero – per grandi linee – d’accordo sulla protesta contro la ripresa dei campionati con ancora l’epidemia in essere nel nostro Paese. Ma evidentemente qualcosa è cambiato e così cinque gruppi (Nucleo Storico, Igus, Nuova Guardia, Frangia Kaotika e Prigionieri di una fede) hanno sottoscritto un manifesto nel quale prendono le distanze dal movimento ultras italiano, rivendicando la non politicità della curva sud di Salerno e ribadendo la volontà di restare fedeli alle proprie idee ed alla propria città.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui