I dubbi in merito alla ripresa sono tanti, ma, la questione che tiene maggiormente sulle spine l’intero sistema calcio, in caso si decidesse di ripartire con i campionati, è: cosa fare in caso di un nuovo positivo tra i calciatori a campionato in corso? Dopo il via libera agli allenamenti, è questo il nodo cruciale che rallenta ancora la famigerata ripresa dei campionati di Serie A e B. Il Comitato tecnico-scientifico ha richiesto la quarantena per tutta la squadra in caso di positività, anche e non solo, di un solo atleta. Il problema si pone dunque a campionato in corso. La FIGC, secondo quanto riportato da La Repubblica, qualora dovesse verificarsi una cosa del genere, sarebbe disposta a spostare le partite del club colpito dal virus a fine stagione. Questa soluzione, però, già con due squadre colpite dal virus – come riporta anchetuttomercatoweb.com – non andrebbe più bene, soprattutto per l’impossibilità di trovare ulteriori spazi su un calendario già fittissimo d’impegni.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui