Il Chievo fa tutto in dieci minuti e vede avvicinarsi la finale playoff. Al Bentegodi lo Spezia subisce un avvio shock andando sotto di due gol, poi nella ripresa si vede parare un rigore dall’ottimo portiere clivense Semper. Ai liguri, a cui potevano bastare anche quattro pareggi per festeggiare la Serie A, adesso hanno bisogno di un impresa martedì sera per ribaltare il risultato. Come detto il Chievo ha subito sbloccato il punteggio andando a segno con Djordjevic sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 9′ arriva il 2-0: discesa sulla sinistra di Obi che mette il pallone in area, arriva Segre che di piatto destro infila Scuffet. Lo Spezia è alle corde e prima dell’intervallo subisce anche il terzo gol segnato da Djordjevic, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Al rientro dagli spogliatoi, i liguri sembrano rivitalizzati e cercano con insistenza il gol. Al 58′ Nzola viene messo giù in area da Leverbe, costringendo l’arbitro ad assegnare il penalty. Dal dischetto va l’ex Salernitana Matteo Ricci che, però, si fa parare il tiro dal croato Semper. Lo Spezia sfiora la rete con Nzola, che centra la traversa, e Gyasi, ma la palla non vuole saperne di entrare. Nel finale il Chievo pareggia il numero di legni con Morsay che colpisce il palo a Scuffet battuto. Martedì sera al Picco, lo Spezia dovrà vincere con almeno due gol di scarto per centrare la finale. Stasera, intanto, tocca a Frosinone e Pordenone affrontarsi nella seconda semifinale.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui