Vangelis Pavlidis resta una pista calda per il mercato in entrata della Salernitana. La risposta del calciatore, contattato direttamente dal direttore sportivo Morgan De Sanctis, era attesa per la giornata di oggi ma è stata la società d’appartenenza a prendere tempo ritenendo che serva una offerta economicamente irrinunciabile per privarsi di un calciatore giovane (23 anni) ma che ha già garantito un bottino di reti non indifferente. La Salernitana, stando a quanto filtra, era disposta a mettere sul tavolo 8 milioni di euro e un quadriennale per il centravanti da 1,2 milioni più bonus, ma al momento la pista resta abbastanza fredda anche per il concomitante inserimento dell’Ajax che, come testimoniato dall’operazione Lucca, ha intenzione di rinforzare il reparto offensivo con profili giovani e di grandissima prospettiva. Parallelamente la dirigenza, chiamata a mettere a disposizione del tecnico Nicola almeno tre pedine prima dell’esordio ufficiale in campionato con la Roma, smentisce ritorni di fiamma per Piatek, ha incassato già un altro no di Pinamonti nonostante sia saltato – ad ora -il trasferimento all’Atalanta e non dispera di riaprire in extremis la trattativa per Dia del Villareal, operazione che sarebbe costosissima. Ma il sogno di De Sanctis era Maupay, anche a costo di non ingaggiare qualche elemento attualmente in organico. C’era l’accordo totale con il giocatore, ma l’offerta di Iervolino non corrispondeva nemmeno per la metà alle aspettative del Brighton. Altro nome accostato alla Salernitana era quello di Lammers, ma l’oramai ex Atalanta è da considerarsi un nuovo attaccante dell’Empoli. 

Negli altri reparti tutto è abbastanza fermo ma si spera di sbloccare la situazione da un momento all’altro a patto che la società sia disposta ad allargare i cordoni della borsa. Nella giornata di oggi rumors di mercato hanno accostato con una certa insistenza il nome di Dylan Bronn, capitano del Metz e compagno di squadra di Kiki Kouyate, altro difensore seguito con interesse da Morgan De Sanctis. Si tratta di un centrale esperto classe 1995, cresciuto nel Cannes con una breve parentesi al Brugge, prima del ritorno in Francia al Metz. Non arrivano conferme…nè smentite. Per il centrocampo, invece, la Salernitana si è fiondata con decisione suu Ajdin Hrustic. Il mediano, attualmente in forza all’Eintracht Francoforte, è in scadenza di contratto e non è più considerato incedibile dalla società tedesca. Tra l’altro avrebbe comunicato al procuratore la volontà di confrontarsi con il campionato italiano, al punto da cercare una squadra che attui un sistema di gioco congeniale alle sue caratteristiche. Si tratta di una mezz’ala di quantità e qualità, tecnicamente piuttosto dotata e molto forte dal punto di vista temperamentale. “Operazione difficile” la risposta della Salernitana che, però, conferma di aver formulato una proposta ufficiale. Piacciono anche Rovella, Fagioli, Miretti e Saric. No al ritorno di Verdi e Ranieri, almeno per ora. In uscita Mamadou Coulibaly ad un passo dalla Ternana.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui