Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili, ha pubblicato un post sulla propria pagina Facebook, ufficializzando le linee guida per la ripresa degli sport individuali e annunciando lavori in corso per quelli di squadra: “Ecco le linee guida per la pratica degli sport individuali. Si tratta di un lavoro molto approfondito e dettagliato, portato avanti con celerità e massima cura, pensando alla tutela degli atleti ma anche di tutti gli operatori dello sport. Abbiamo infatti tenuto presente le osservazioni pervenute nei giorni scorsi, a partire dal dossier redatto dal Coni e dal Cip, con le indicazioni giunte da tutte le Federazioni e la supervisione della Federazione dei Medici Sportivi. L’Ufficio per lo sport ne ha tratto un documento utile per tutte le discipline, perché ogni sport merita la massima attenzione. Ora siamo al lavoro per il protocollo per gli allenamenti degli sport di squadra e per le Linee guida per la riapertura delle strutture in cui si pratica lo sport di base. Un passo alla volta #losportriparte!”. Praticamente tutto ed il contrario di tutto. Verosimile è che Conte, ascoltate per così dire le pressioni provenienti dalle società di A e B, abbia telefonato all’esponente grillino del suo governo per bacchettarlo in maniera anche veemente rispetto alle sue ultime uscite decisamente fuori luogo e chiaramente dettate da uno stato di grossa confusione gestionale dell’intera vicenda. Il calcio, come le altre “vicende” della società va trattato con rispetto e considerazione, soprattutto tenendo presente i tanti posti di lavoro connessi. Ecco perchè occorre che il Governo faccia chiarezza rispetto al suo interno prima di esternare posizioni che alla fine creano solo polemiche e inutili veleni sul web.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui