di Giuseppe Barbato

Ochoa 5,5: anche oggi c’è una parata importante nella sua partita, incolpevole sul gol dell’Udinese. Impreciso in fase di costruzione

Zanoli 4,5: ha sbagliato ogni situazione possibile, Kamara fa quello che vuole e viene graziato quando il suo avversario spreca a pochi passi da Ochoa (86° Sambia s.v.)

Manolas 6: prova a tenere la linea e gestire la sua zona di campo, va in difficoltà in qualche frangente ma non molla. Esce per infortunio (73° Pasalidis 6: il miglior spezzone da quando è a Salerno, tiene le posizioni e i suoi interventi sono puntuali)

Pellegrino 5: dal suo lato circola Thauvin e gli lascia troppa libertà, sempre in sofferenza e quasi mai davvero incisivo

Bradaric 5,5: in attacco si fa vedere, con corse e passaggi di qualità. In difesa non è sempre puntuale ed è costretto ad abbassarsi troppo per non farsi trovare fuori posizione

Coulibaly 5: nei primi minuti all’attacco si vedono sprazzi del miglior Lassana, poi si perde progressivamente (73° Gomis 6: i primi venti minuti italiani sono senza infamia e senza lode, avrà altre occasioni)

Maggiore 5,5: anche oggi poco convincente, in fase di non possesso si mette a fare il centrale e sul gol di Kamara doveva fare di più in fase di copertura. Dà ordine in fase di costruzione (86° Łęgowski s.v.)

Basic 7: uomo in più in entrambe le fasi, esemplare in fase di ripiegamento lì dove l’Udinese spinge in più e in fase di costruzione offre qualità e inserimenti

Candreva 5,5: cerca di cucire il gioco e giostra a tutto campo, mettendo a segno anche grandi giocate come l’assist che manda in porta Tchaouna. Però va troppo a sprazzi e non è sempre incisivo come sa

Tchaouna 7: non è solo il gol, splendido. Fa una grande partita ed è sempre un pericolo per la difesa avversaria, sfortunato in occasione del palo perché aveva stoppato bene e anticipato l’uscita del portiere

Weissman 6: la sua partita è soprattutto in ripiegamento dove ripiega fino al limite dell’area di rigore (71° Ikwuemesi 4,5: il suo highlight è una palla persa, sbagliando uno stop e mandandola in fallo laterale. Un’altra chance sprecata)

All. Liverani 6: partita a due volti quella proposta. La Salernitana del primo tempo è un ibrido tattico tra vecchio e nuovo, con scelte tattiche molto interessanti. Manca nell’ultima mezz’ora con dei cambi poco incisivi, al netto del gran rifiuto di Boulaye Dia

Udinese (3-5-2) Okoye 6,5; Ferreira 6,5, Giannetti 5, Pérez 5,5; Ebosele 5, Lovrič 5,5, Walace 6,5, Payero 5 (67° Ehizibue 6), Kamara 6,5 (75° Zemura 6); Thauvin 7, Lucca 6,5. All. Cioffi 5,5.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui