Varata l’ipotesi del taglio degli stipendi, ma per il campionato di Serie B arriva una particolare proposta: la cassa integrazione. Il coronavirus ha messo in ginocchio l’Italia e il mondo intero. Lo sport è fermo e resterà tale per un tempo ancora indeterminato. Intanto, per fronteggiare i problemi di tipo economico causati dal virus, è stata varata la possibilità del taglio agli stipendi dei calciatori. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, nell’ultima video-riunione tra Lega e Federazione sarebbe arrivato l’ok a tale ipotesi, ma con una differenziazione da fare tra calciatori di Serie A, Serie B e Serie C. Sarebbe a dire: a decurtazione degli ingaggi avverrebbe, ma in maniera e in consistenza diversa in base alla categoria di appartenenza per ogni professionista. In particolare, la FIGC avrebbe intenzione di girare una specifica al governo con una richiesta per la cassa integrazione dei calciatori di Serie B e C.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui