La gara di domenica prossima allo stadio Arechi di Salerno tra i granata e il Livorno dell’ex Roberto Breda potrebbe essere tranquillamente considerata una partita da “dentro-fuori”. Non solo per la squadra toscana, chiamata all’ennesimo miracolo se davvero vuole tirarsi fuori dalle sacche dei bassifondi della classifica. Ma anche per la Salernitana rappresenta una “prova del 9”, viste le ormai croniche emergenze cui dovrà fare fronte da qui fino alla fine del torneo. Ventura sta contando infatti gli effettivi a disposizione. Out Lombardi per oltre due mesi, con Cicerelli ancora in forte dubbio (la contusione muscolare potrebbe fargli saltare la gara), Akpa Akpro squalificato, Heurtaux e Cerci ancora oggetti misteriosi, il tecnico dovrà fare i salti mortali per mettere in campo un undici equilibrato ed al tempo stesso efficace. La Salernitana è dunque chiamata all’impresa di vincere nonostante tutto (rigori negati, infortuni, sfortuna, panchina corta) e inseguire il sogno della promozione. In caso contrario, si aprirebbe uno scenario futuribile dai contorni molto confusi, di cui già tanto si parla in città. Quella di domenica intanto potrebbe essere anche l’ultima di Spinelli alla presidenza del Livorno. Come anticipato nei giorni scorsi da SalernitanaLive, le trattative per la cessione della squadra amaranto sono in dirittura di arrivo e si potrebbero concretizzare entro la fine del mese di febbraio.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui