Pochi gol nella 29° giornata di Serie B. La capolista Empoli mantiene il margine di 6 punti sulle inseguitrici battendo a fatica il Pordenone. Risponde il Monza che manda in crisi la Reggiana. Secondo pareggio consecutivo per la Salernitana che non va oltre lo 0-0 nello scontro diretto di Cittadella. Ne approfitta il Lecce che vince l’altro big-match di giornata con il Venezia e si porta al terzo posto. Deludente pareggio a reti bianche tra Chievo e Frosinone. Brutta sconfitta della SPAL che perdendo a Pisa permette ai nerazzurri di riavvicinarsi ai playoff. Continua la risalita del Brescia vincitore di misura tra le mura amiche contro la Reggina. La Cremonese batte la Virtus Entella, fanalino di coda, ed aggancia il Vicenza, bloccato sull’1-1 a Cosenza. Infine, l’Ascoli si aggiudica lo scontro salvezza col Pescara al termine di novanta minuti ricchi di colpi di scena.

PISA-SPAL 3-0
Prova di forza del Pisa che rientra prepotentemente nella corsa playoff. I nerazzurri battono con un netto 3-0 una SPAL in crisi. Fin dai primi minuti il Pisa appare in palla creando un paio di occasioni da rete. L’equilibrio si spezza a pochi istanti dall’intervallo: da un cross di Birindelli, Marconi fa da sponda per Marsura che insacca da pochi passi. Nella ripresa il copione non cambia con il Pisa sempre pericoloso. Il raddoppio toscano arriva all’80’ quando Mazzitelli finalizza un’azione di contropiede. Poi, in pieno recupero Siega concede il tris a porta vuota. La sconfitta costa la panchina a Marino, sostituito da Rastelli.

VIRTUS ENTELLA-CREMONESE 0-2
Dopo un primo tempo con poche occasioni, la ripresa inizia subito con la rete di Gaetano che porta avanti la Cremonese. Al 60’ arriva uno dei gol più belli e incredibili della stagione: un rinvio del portiere della Virtus Entella, Borra arriva a Castagnetti che da 70 metri colpisce di prima, forse con l’intenzione di spazzare, disegnando una traiettoria che finisce clamorosamente nella porta ligure, beffando il numero 24 biancoceleste rimasto fuori dai pali. Nel finale la Virtus Entella si vede negare due volte il gol dal palo, prima con Morosini, poi con Pellizzer. Finisce con la vittoria importante della Cremonese che si allontana dalle zone calde della classifica.

COSENZA-LR VICENZA 1-1
Al San Vito-Marulla il Cosenza va subito in gol all’8’ con Gliozzi, su assist di Carretta. Il Vicenza reagisce poco dopo guadagnandosi un calcio di rigore al 26’. Dal dischetto, però, Giacomelli sciupa tutto facendosi parare la conclusione da Falcone. In avvio di ripresa gli ospiti trovano il pari con un colpo di testa di Valentini, ma poco dopo restano in dieci per l’espulsione di Cappelletti. Nonostante la superiorità numerica, il Cosenza non riesce a sferrare il colpo vincente e la gara termina con un pareggio tutto sommato giusto.

VENEZIA-LECCE 2-3
Gol e spettacolo al Penzo nel big match tra Venezia e Lecce. Ospiti in vantaggio all’11 con Pettinari che approfitta di un errore della retroguardia lagunare. Nel recupero, però, su un corner Lucioni devia il pallone nella propria porta riequilibrando la sfida. In avvio di secondo tempo Majer pesca Coda tutto solo e libero di riportare in vantaggio il Lecce. Il Venezia non demorde e al 57’ pareggia con un sinistro al volo di Maleh. La svolta decisiva arriva al 70’ quando l’arbitro assegna un penalty al Lecce per un contatto in area tra Mazzocchi e Pisacane. Dagli undici metri Coda è freddo nel realizzare il 3-2 salentino e porta così a 18 il proprio bottino di reti in campionato.

BRESCIA-REGGINA 1-0
Brescia forza 4. I biancazzurri infilano la quarta vittoria consecutiva, tutte senza subire gol, e si candida prepotentemente per un posto ai playoff. Al Rigamonti basta una rete di Van de Looi dopo quaranta secondi dall’inizio del secondo tempo per mandare ko la Reggina. Nell’azione del gol lascia a desiderare la retroguardia amaranto che sbaglia il rinvio regalando il pallone al centrocampista olandese.

CHIEVO-FROSINONE 0-0
Match con poche emozioni quello del Bentegodi. La prima azione degna di nota arriva solo al 60’ quando la difesa del Chievo regala palla a Novakovich che, però, manda fuori. Dieci minuti più tardi il Frosinone sbaglia un’altra ghiotta occasione con Rhoden a tu per tu con Semper.

CITTADELLA-SALERNITANA 0-0
Ancora un pareggio per la Salernitana che a Cittadella rischia di subire la beffa nel finale. Undicesimo risultato utile e sesto clean sheet di fila per i granata di Castori. Qui il commento  e le pagelle della partita.

EMPOLI-PORDENONE 1-0
Vittoria più difficile del previsto per la capolista Empoli che mantiene 6 punti di vantaggio sul Monza. Il match sembra mettersi in discesa per i toscani che al 6’ si ritrovano in superiorità numerica per la doppia ammonizione di Falasco: ingenuo il difensore neroverde che, dopo aver commesso fallo su Olivieri, ed essere ammonito da La Penna, protesta troppo con il direttore di gara che gli mostra il secondo giallo. Il Pordenone si chiude in difesa subendo le scorribande avversarie. L’Empoli ci prova in tutti i modi ma la porta sembra stregata. L’incantesimo si spezza finalmente all’88’ quando Chrzanowski beffa il proprio portiere Perisan regalando la vittoria alla capolista.

MONZA-REGGIANA 2-0
Il Monza tiene il passo dell’Empoli e batte 2-0 la Reggiana. Carlos Augusto porta in vantaggio i brianzoli al 12’. La Reggiana resta in partita, ma capitola all’84’ quando Colpani finalizza un perfetto contropiede. È crisi per la Reggiana, giunta al quarto ko consecutivo e con la zona retrocessione ormai ad un solo punto.

PESCARA-ASCOLI 2-3
Lo scontro salvezza tra Pescara ed Ascoli regala gol e colpi di scena. Al 36’ i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Scognamiglio, poi poco dopo subiscono la rete di Bidaoui. La reazione biancazzurra non si fa attendere e al 41’ Dessena pareggia con un preciso pallonetto. Sempre Dessena segna in avvio di ripresa la rete che porta avanti il Pescara. Il vantaggio dura pochi minuti perché Dionisi insacca il 2-2 al 52’. L’Ascoli ci crede e al 77’ sfiora il gol con Kragl, la cui conclusione è salvata sulla linea da Bellanova a Fiorillo battuto. In pieno recupero un cross di Parigini pesca Bajic che di sinistro infila il gol da tre punti. Vittoria fondamentale per l’Ascoli che adesso è ad un punto dai playout.

PROSSIMO TURNO:
Ascoli-Cremonese
Empoli-Virtus Entella
Frosinone-Lecce
LR Vicenza-Pescara
Pordenone-Pisa
Reggiana-Cosenza
Monza-Venezia
SPAL-Cittadella
Reggina-Chievo
Salernitana-Brescia

CLASSIFICA:
Empoli 56; Monza 50; Lecce 49; Salernitana 48; Venezia 46; Cittadella 45; Chievo 43; SPAL 42; Pisa 40; Brescia 39; Frosinone 38; Reggina 36; LR Vicenza, Cremonese 35; Pordenone 34; Cosenza, Reggiana 28; Ascoli 27; Pescara 23; Virtus Entella 21.

MARCATORI:
18 gol: Coda (Lecce)
15 gol: Mancuso (Empoli)
12 gol: Forte (Venezia)

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui