Cremonese, Venezia e Chievo stanno vivendo momenti bui in campionato, anche se con motivazioni e soprattutto ambizioni differenti. Il Chievo viene da un momento nero, con una sola vittoria nelle ultime otto partite. Ma oltre alle statistiche, è lo spirito della squadra che sembra preoccupare maggiormente la dirigenza scaligera, la quale ha assistito ad una squadra spenta e demotivata. Per questo, oltre ai risultati, il Chievo sembra propenso ad un cambio allenatore per provare a raggiungere il treno valido per il play off. E la Salernitana di Ventura, come nel caso del Pescara direttamente (esonerato l’allora allenatore Luciano Zauri il giorno dopo la debalce interna dei biancazzurri contro i granata) e poi del Cosenza indirettamente (la panchina di Piero Braglia iniziò a traballare proprio dopo la sconfitta maturata all’Arechi), potrebbe magari regalare un’altra soddisfazione ai propri tifosi e “confezionare un altro esonero su misura”. Le squadre che invece risultano condannate dai numeri sono Cremonese e Venezia. I lombardi non vincono da ben sette gare, quattro delle quali perse. Il Venezia invece alterna buone prestazioni e vittorie a brutte sconfitte. Entrambi i club sono in piena corsa per i play out, ed è per questo che le dirigenze potrebbero cambiare allenatori con il fine di evitare la retrocessione.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui