La Salernitana cade a testa alta in un match a dir poco controverso. All’Arechi i granata escono sconfitti per 0-2 contro il Pordenone, in una gara in cui l’arbitraggio ha avuto un peso notevole. L’arbitro Rapuano ha fin da subito condizionato la gara della Salernitana mostrando il cartellino rosso a Capezzi già alla mezzora. Il contrasto del numero 28 granata è netto, ma allo stesso tempo non meritevole di una punizione così severa. La decisione dell’arbitro infiamma le proteste della Salernitana con Castori che viene allontanato dalla panchina. Nonostante l’inferiorità numerica, i granata sono riusciti a tenere testa al Pordenone per lunghi tratti. Il punteggio, però, cambia al 73’ quando Barison svetta più in alto di tutti e di testa insacca alle spalle di Belec. Poco dopo capitan Di Tacchio, già ammonito, commette un secondo fallo da ammonizione venendo spedito negli spogliatoi da Rapuano. Con la Salernitana in nove, il Pordenone ha maggior spazio di manovra e nel recupero trova il raddoppio con il solito Diaw. A fine partita, la dirigenza della Salernitana impone il silenzio stampa, mentre sui social i tifosi sono inferociti per quanto accaduto: molti accusano l’operato discutibile del direttore di gara; altri vedono ombre sulla gara, alimentate da un sospetto incremento delle quote dei bookmakers che davano il Pordenone inspiegabilmente favorito. Per fortuna adesso il campionato cadetto osserverà due settimane di pausa, periodo nel quale la Salernitana potrà riflettere sui problemi della squadra e rinforzarla con acquisti mirati. La promozione, o quanto meno la qualificazione ai playoff, non è mai stata così vicina. Sarebbe davvero un peccato gettarla al vento, ancora una volta.

SALERNITANA-PORDENONE 0-2
SALERNITANA:
Belec, Casasola, Bogdan, Gyomber (87’ Giannetti), Lopez, Kupisz (78’ Schiavone), Capezzi, Di Tacchio, Cicerelli (78’ Gondo), Tutino (82’ Dziczek), Djuric (78’ Anderson). A disp. Adamonis, Veseli, Mantovani, Karo, Iannoni, Aya, Antonucci. All. Castori.
PORDENONE: Perisan, Vogliacco, Bassoli (46’ Camporese), Barison (75’ Misuraca), Falasco, Zammarini, Calò (75’ Berra), Rossetti (52’ Musiolik), Mallamo (67’ Magnino), Ciurria, Diaw. A disp. Bindi, Passador, Banse, Foschiani, Scavone, Butic, Chrzanowski. All. Tesser.
Arbitro: Rapuano di Rimini.
Reti: 73’ Barison, 94’ Diaw.
Note: espulsi al 29’ Capezzi e Castori, al 80’ Di Tacchio.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui