La partita che fa più discutere della sesta giornata di Serie B è sicuramente quella tra Salernitana e Reggiana. Il match non si è disputato per l’assenza della Reggiana, falcidiata dalle positività al Covid-19, la quale ha cercato in tutti modi un rinvio, nonostante abbia già usufruito del jolly. Nei prossimi giorni il Giudice Sportivo deciderà se assegnare i tre punti alla Salernitana (come previsto dal regolamento) oppure far giocare la gara a data da destinarsi. Sugli altri campi, invece, si è giocato regolarmente. La capolista Empoli è uscita sconfitta dalla trasferta di Venezia, in una partita sospesa per la nebbia e completata domenica. Del tonfo dei toscani approfittano sia il Chievo, che ha battuto il Cosenza, sia il Frosinone, vincitore contro la Cremonese. Il Monza trova la prima vittoria in campionato espugnando il campo del Cittadella. Vittoria esterna anche per la SPAL che ha battuto di misura la Reggina al Granillo. Gli amaranto sono raggiunti in classifica dal Pordenone, corsaro ad Ascoli. Nel posticipo del lunedì il Lecce batte 3-1 un Pescara sempre più in crisi. Il Brescia viene fermato in casa sul pareggio dalla Virtus Entella. Segno “x” e tanti gol nel match del Menti tra LR Vicenza e Pisa.

CITTADELLA-MONZA 1-2
Vittoria di rigore per il Monza. Al Tombolato i brianzoli risolvono la pratica Cittadella grazie a due rigori realizzati da Boateng e Gytkjaer tra il 10’ e il 18’. I granata reagiscono e poco dopo accorciano le distanze con Ghiringhelli. Con il Cittadella in avanti alla ricerca del pareggio, il Monza manca l’occasione per chiudere i conti quando Gytkjaer colpisce il palo. Occasionissima anche per i padroni di casa che a tempo scaduto sfiorano il pari con Pavan: la sua rovesciata sfiora il legno. Prima vittoria in campionato per il Monza e prima sconfitta per i veneti di Venturato.

ASCOLI-PORDENONE 0-1
Il Pordenone espugna Ascoli grazie ad una rete di Scavone al 39’. L’Ascoli soffre per tutti i novanta minuti, complici le numerose assenze tra infortuni e positività al Covid. Le parate provvidenziali di Sarr, il palo colpito da Diaw e il rigore calciato fuori da Ciurria impediscono al Pordenone di ottenere una vittoria ancora più ampia.

BRESCIA-VIRTUS ENTELLA 2-2
Una tenace Virtus Entella blocca sul pareggio il Brescia al Rigamonti. Il risultato si sblocca nella ripresa con la rete bresciana di Mangraviti. La Virtus Entella pareggia poco dopo grazie ad un’acrobazia del neoentrato De Luca. I padroni di casa non si arrendono e all’86’ tornano avanti con Ayè. Non è finita perché nel recupero Mateju commette fallo in area e viene espulso: dal dischetto Mancosu firma il definitivo 2-2.

CHIEVO-COSENZA 2-0
Chievo forza 4. Quarto successo consecutivo per i clivensi che al Bentegodi battono il Cosenza. Sul finire di primo tempo, il Chievo sblocca il punteggio grazie ad un rigore realizzato da Leverbe. Il Cosenza reagisce nella ripresa, sfiorando il pari con Bittante. Ne approfitta il Chievo che nel finale raddoppia con il cosentino doc Garritano che non esulta.

LR VICENZA-PISA 4-4
Festival del gol al Menti di Vicenza. Al 9’ apre le marcature Gori per i padroni di casa. Il Pisa reagisce alla grande e, dopo aver pareggiato con un rigore di Marconi al 19’, compie il sorpasso al 26’ con Vido. Le cose si complicano per i toscani che al 39’ restano in dieci per la doppia ammonizione di Pisano. Ne approfitta subito il Vicenza che pareggia con Meggiorini. Nel secondo tempo il Vicenza torna in vantaggio grazie a Cappelletti. Il Pisa non demorde e, grazie a una doppietta di Gucher ribalta il punteggio sul 3-4. Non è finita perché pochi secondi dopo il quarto gol pisano, Da Riva mette la firma sul definitivo 4-4.

SALERNITANA-REGGIANA non disputata
La Reggiana, falcidiata dalle positività al Covid-19, decide di non presentarsi all’Arechi. La Salernitana e la terna arbitrale, invece, sono regolarmente sul terreno di gioco. Dopo i canonici 45 minuti di attesa, l’arbitro Marchetti decreta la vittoria a tavolino della Salernitana. Il 3-0 d’ufficio dovrebbe essere ufficializzato dal Giudice Sportivo nei prossimi giorni. Il regolamento, approvato da tutte le società di B compresa la Reggiana, parla chiaro: in caso di numerose positività la Covid-19 si ha a disposizione un solo jolly per il rinvio della partita; una volta usufruito si procederà alla sconfitta a tavolino o alla disputa della partita con i calciatori della Primavera. Con i tre punti in arrivo, la Salernitana sarà capolista solitaria del campionato.

VENEZIA-EMPOLI 2-0 sospesa e recuperata domenica
Il match tra Venezia ed Empoli ha come protagonista la nebbia. Infatti, al Penzo la partita viene sospesa dopo un’ora di gioco per la scarsa visibilità. Al momento della sospensione, il Venezia era in vantaggio per 2-0 grazie ai gol di Fiordilino e Forte. I restanti trenta minuti si sono disputati domenica pomeriggio, con i lagunari che hanno amministrato il doppio vantaggio ed inflitto una netta sconfitta all’Empoli dell’ex tecnico Dionisi.

REGGINA-SPAL 0-1
La Reggina cade al Granillo in un match condizionato dall’ingenua espulsione di Menez. La partita, infatti, cambia al 23’ quando l’ex Milan dice qualche parola di troppo al primo assistente venendo espulso dall’arbitro Ayroldi. Ne approfitta subito la SPAL che alla mezzora va in vantaggio grazie a un colpo di testa di Castro. La Reggina ha l’occasione di riprendere in mano il risultato al 61’, ma Denis si fa parare il calcio di rigore da Berisha. Nel recupero, il match-winner Castro si fa espellere per un fallo di reazione.

FROSINONE-CREMONESE 1-0
Il Frosinone vince ed aggancia l’Empoli e il Chievo in classifica. Al Benito Stirpe decide una rete di Rohden al 38’, con lo svedese lasciato colpevolmente libero di insaccare un preciso cross di Zampano. I ciociari amministrano il vantaggio nella ripresa e portano a casa tre punti importanti. La Cremonese, intanto rimanda ancora l’appuntamento con la prima vittoria stagionale.

LECCE-PESCARA 3-1
Il Lecce batte con merito il Pescara e si rilancia in classifica. Al Via del Mare apre le marcature Stepinski al 13’. Il raddoppio salentino arriva in avvio di secondo tempo grazie all’ex Salernitana, Coda. Il Pescara prova a reagire e al 67’ accorcia le distanze con un tiro a giro di Maistro, al terzo gol stagionale. Con gli abruzzesi in avanti alla ricerca del pari, il Lecce colpisce in contropiede al 75’ ancora con Stepinski per il 3-1 finale. Per il Pescara si tratta della quinta sconfitta consecutiva (sesta se si considera anche la Coppa Italia).

PROSSIMO TURNO:
SPAL-Salernitana
Cosenza-Brescia
Cremonese-LR Vicenza
Monza-Frosinone
Pisa-Ascoli
Pordenone-Chievo
Empoli-Reggina
Pescara-Cittadella
Reggiana-Venezia
Virtus Entella-Lecce

CLASSIFICA:
Empoli, Chievo, Frosinone 13; Salernitana 11; Cittadella, Venezia 10; SPAL, Lecce 9; Reggina, Pordenone 7; Monza 6; Brescia, Cosenza 5; Reggiana, Virtus Entella, Ascoli, Pisa 4; LR Vicenza, Cremonese 3; Pescara 1.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui