La Lega Serie A non si ferma nemmeno il primo maggio. E’ in corso, infatti, l’Assemblea per decidere il futuro della stagione calcistica 2019-2020. Come già accaduto nelle scorse settimane, da parte di tutte le società che prendono parte al torneo, è arrivata l’indicazione precisa di voler portare a termine la stagione. Si tratta di una volontà unanime che ribadisce quanto già comunicato lo scorso 21 aprile. E’ emerso nuovamente il fatto che non sarà la Lega Serie A a decidere l’eventuale stop definitivo del campionato ma il tutto è stato rimesso nelle mani del Governo. A questo punto importantissima potrebbe essere la giornata di domenica, quella ovvero nella quale la FIGC dovrebbe incontrare il Comitato Tecnico Scientifico del Governo, per mettere a punto il protocollo medico necessario per la ripresa delle attività. Come noto, un protocollo è stato già presentato ma ritenuto insufficiente dal Ministro Spadafora. Le modifiche attuate potrebbero essere decisive per le sorti della stagione di Serie A.

Altro tema all’ordine del giorno era quello dei diritti tv. I broadcaster dovrebbero pagare l’ultima rata, la sesta della stagione che spetta ai club. Saldo che sarebbe da completare entro i primi giorni del mese, ma anche su questo punto si va verso un rinvio. Dieci giorni fa Sky, DAZN e Img avevano chiesto ai club sconti o dilazioni e videro il tentativo respinto. Ad oggi la posizione delle tv non è cambiata.

Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti comprese le immagini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui